La dimensione religiosa nel cyberspazio

In questo articolo formuleremo delle considerazioni e delle riflessioni riguardanti la presenza della dimensione religiosa nel cyberspazio. Si dice che le vie del Signore siano infinite e per non smentire tale affermazione dobbiamo dire che esse passano anche per internet . Tuttavia, sono soprattutto le nuove religioni, i culti misterici, alcune sette religiose e le organizzazioni dell’occulto ad invadere il cyberspazio anche se in esso troviamo le più svariate confessioni religiose. Inoltre, i cyber fedeli seguono le più svariate cerimonie religiose utilizzando il computer e affermano online il verificarsi di miracoli e apparizioni.

Concorrenza tra nuovi Credo

Poi la concorrenza tra le varie confessioni religiose è spietata, molto spesso i siti sono utilizzati anche per attaccare e denigrare le credenze di altre religioni. Con pari foga alcune religioni cercano di convincere i non credenti e di convertirli al loro credo religioso. Stanno quindi nascendo nuovi tipi di predicatori e di missionari. Costoro non hanno bisogno di compiere lunghi viaggi per propagandare le loro credenze e per conquistare nuovi adepti. In pratica i siti svolgono una duplice funzione: fornire informazioni a quanti non fanno parte della comunità di credenti e pubblicizzare funzioni ed iniziative tra i credenti.

Immagine Web

Volendo classificare le varie religioni presenti su internet esse possono essere divise in due gruppi: cyber religioni e confessioni connettive. I credenti delle cyber religioni ritengono che la presenza fisica e la comunicazione fisica non siano necessarie per generare l’elevazione spirituale. Esse utilizzano la rete telematica anche soprattutto per mettere in circolo energie spirituali che sarebbero in grado di trasformare la mente degli uomini.

Confessioni Connettive

Per quanto riguarda le confessioni connettive dobbiamo dire che esse sono religioni che utilizzano Internet come rete di collegamento volta a creare e a mantenere una comunità spirituale. Secondo i leader delle confessioni connettive la scintilla spirituale non può scoccare nel mondo disincantato della rete telematica. Il corpo è considerato un aspetto irrinunciabile della natura trascendentale dell’uomo.

Il soffio divino è presente solamente quando un credente partecipando di persona ad un rito si incontra con altri credenti fisicamente e non virtualmente. In altri termini i leader delle confessioni connettive negano che nel cyberspazio esistano energie divine e che siano possibili trasformazioni spirituali. Tuttavia, internet viene utilizzato per mettere in comunicazione tra loro gli adepti. Per raccogliere finanziamenti , per dirimere dispute dottrinali, per reclutare nuovi adepti e per vendere libri .

Alcuni esempi

Esempi di cyber religioni sono i circoli tecno pagani , i tecno buddisti mentre esempi di confessioni telematiche sono il movimento New Age, la Vicca e alcune religioni ufologiche. In sintesi, la rete telematica è diventata anche una cattedrale virtuale dell’ultima ondata di spiritualità. A prima vista la religione potrebbe sembrare situata agli antipodi rispetto al mondo delle tecniche di comunicazione su supporto digitale. Tuttavia, non è tanto strano che New Age, Neo Pagani adoratori degli Ufo e altre nuove religioni siano diventati un fenomeno telematico travolgente.

Fenomeno connettivo

Merlini afferma tentando di spiegare il successo delle nuove religioni su Internet che i nuovi culti sono un fenomeno connettivo esattamente come la rete telematica . Inoltre, secondo Merlini internet si sintonizza perfettamente ad un tratto tipico della spiritualità moderna e delle nuove religioni. Infatti, si sta perdendo la fedeltà alle radici religiose tradizionali cosicché si accetta di convertirsi ad altre visioni religiose. La rete telematica e la religiosità dei nuovi culti sono dunque due impetuosi fenomeni di massa e quando si incrociano generano una spinta inarrestabile, entrambi creano energia culturale, tecno utopia e desiderio di libertà spirituale.

A nostro avviso internet e le nuove religioni possiedono una caratteristica in comune: entrambi devono il proprio successo all’ individualismo e al soggettivismo che domina la visione del mondo dell’uomo contemporaneo. Entrambi trovano il loro terreno ideale nel rifiuto dei valori tradizionali, nel continuo divenire che sono alla base della visione del mondo  del post-modernismo. Il post-modernismo bandisce ogni tipo di certezze , accetta tutti i tipi di contraddizioni, rifiuta il concetto di una realtà oggettiva data  una volta per tutte ed accetta una concezione “ costruzionistica” della realtà in base alla quale il mondo sociale è una costruzione dei processi cognitivi.

Assenza di punti di riferimento

Sia il nomadismo telematico sia il successo delle nuove religioni sono dirette conseguenze della vittoria della concezione del mondo  post-moderna priva di punti di riferimento sicuri e costanti . A pensarci bene esiste un intimo rapporto tra l’affermarsi del nomadismo telematico e il peregrinare tra i vari culti senza mai approfondire, tipico della spiritualità New Age. Possiamo aggiungere che la navigazione dell’uomo post-moderno diventa più un andare alla deriva senza una meta che un navigare verso una meta ben precisa.

L’uomo del post-modernismo è alla continua ricerca di nuovi profeti che gli permettano di fuggire dal mare tempestoso della mancanza di senso. Un’altra caratteristica della nuova religiosità on line è rappresentata dal fatto che basta un colpo di mouse per passare da un convegno di streghe a delle apparizioni mariane oppure da un tempio indù a un incontro con un contattista, disintegrando le barriere spazio-temporali esistenti tra le diverse confessioni religiose.

Immagine Web

Conseguenze

Due sono le conseguenze possibili di tale fenomeno: da un lato si ha la possibilità di conoscere le credenze di molti gruppi religiosi; dall’ altro viene favorita una confusa mescolanza spirituale. Di conseguenza molti individui costruiscono un proprio sistema religioso utilizzando tasselli presi da diverse religioni. In questo modo l’eclettismo del cyberspazio si incontra con l’eclettismo religioso amplificandolo e potenziandolo.

Per dirla in altro modo l’eclettismo tipico di internet si unisce con quello della nuova spiritualità. Ne nasce un eclettismo al quadrato predisposto in molti casi a finire a corto circuito. Tuttavia, dobbiamo mettere in evidenza che internet non crea la propensione al sincretismo religioso ma si limita a potenziare tale tendenza. Il sincretismo religioso è infatti una conseguenza del soggettivismo e dell’antropocentrismo che caratterizzano la mentalità post-moderna.

Il sincretismo religioso nasce dall’applicazione del soggettivismo nella sfera religiosa, dalla pretesa di crearsi una idea di Dio dipendente più dalle idee e dai bisogni personali che dalla interpretazione ortodossa delle Sacre Scritture .

Spiritualità Contemporanea

In ogni caso è vero che internet dà la possibilità a tutte le confessioni religiose di avere le stesse chances di fare presa su un grande numero di individui. Possiamo dire che il cyberspazio è una sorte di self-service dell’anima dove tutto dalle divinazioni cinesi alle religioni ufologiche è a portata di mouse.

A nostro avviso l’ aggettivo che meglio caratterizza la spiritualità dell’uomo contemporaneo è “ anarchico “ dal momento che essa tende a rifiutare ogni dogmatismo. Ogni barriera e molte volte non tiene in minima considerazione il principio di non contraddizione. Detto ciò, riteniamo di aver concluso il nostro discorso sull’ importanza della dimensione religiosa nel cyberspazio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti piace il nostro sito?