UFO a Varese o ancora uno strano drone che solca il cielo?

RSS
Facebook
LinkedIn
Twitter
YouTube
Follow by Email

Nel video in analisi possiamo osservare l’UFO di Varese. Cerchiamo intanto di esporre qualcosa di più sull’evento in oggetto. La località esatta dell’avvistamento è Cadero, comune di Maccagno con Pino e Veddasca, il 17/06/19 intorno alle 20:30.

In questo articolo parleremo di una nuova apparizione di uno strano velivolo, che è stato già visto in Italia altre volte. Questo UFO apparso nel Varesotto è in dubbio con un drone militare, ricorda infatti vagamente la sagoma di un Global Hawk, così come abbiamo discusso in un precedente avvistamento di Palermo.

L’UFO si spostava da Sud verso Nord in pieno giorno o quanto meno c’era ancora piena luce. L’oggetto oblungo ha la forma simile ad una formica senza zampe, ricorda appunto il drone americano da spionaggio sopra citato, il quale però dovrebbe mostrare delle piccole aperture alari che in questo video è nell’altro non sono visibili.

L’OVNI a tratti sembra emanare una sorta di energia intorno a sè, in qualche modo ricorda l’UFO Tic Tac tanto discusso in questi giorni e protagonista, prima di vicende legate alla US NAVY, poi alle più recenti rivelazioni.

Cosa non è?

Sappiamo per certo che l’oggetto in questione non è un uccello, un volatile, un elicottero, un fenomeno astronomico ed un fenomeno atmosferico. Non possiamo escludere del tutto che si tratti di un drone militare, ma possiamo escludere con assoluta certezza che si sia trattato di un velivolo pilotato in remoto civile di qualsiasi tipologia.

D’altra parte, non possiamo nemmeno escludere l’potesi di un velivolo sperimentale, anche se riteniamo molto improbabile che questi vengano visti e quindi testati sopra piccoli centri abitati o vicino ad aeroporti civili. Sarebbe infatti controproduttivo far vedere gli aerei segreti a persone non addette ai lavori. Per quanto concerne i test operativi di tali velivoli, questi in genere avvengono in zone desertiche o in alto mare ed infine in guerra.

Vogliamo quindi valutare la possibilità, che l’UFO a Varese sia di origine sconosciuta e probabilmente aliena. Ipotizziamo che esso usi una qualche energia che disturba l’aria in torno al velivolo. Forse si potrebbe trattare di suono o vapori di scarto o più verosimilmente potrebbe trattarsi di propulsione a cavitazione, elettromagnetismo o elettrogravitazione.

Conclusioni

Basandoci sulle due testimonianze raccolte, possiamo dire che l’UFO a Varese non emetteva suoni di alcun tipo. Esso non aveva nulla in comune con un aereo conosciuto e non aveva ali. Per entrambe le testimoni quindi si trattava di oggetto di origine extraterrestre.

La nostra prudenza però ci porta a stabilire che non abbiamo elementi certi per sostenere l’ipotesi aliena del fenomeno. Basandoci anche su alcuni precedenti avvistamenti dello stesso oggetto, possiamo però dichiarare che:

  1. non sono mai state viste ali,
  2. la forma a formica rimane un elemento comune,
  3. l’oggetto non produce rumori e suoni di alcun tipo,
  4. l’OVNI si muove in modo rettilineo,
  5. l’UFO non ha luci e si presenta di colore bianco riflettente o acceso, indipendentemente dai fattori atmosferici e l’orario. Rimane pertanto invariato indipendentemente se lo osserviamo di giorno o di sera.

Quindi è altamente improbabile che l’oggetto in discussione sia di origine terrestre o comunque comune (come un aereo o un semplice drone), l’ipotesi UFO rimane quindi la più verosimile ed attualmente in studio per questi casi.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

shares

Ti piace il nostro sito?