Forme dal Cosmo

(terza parte) 

Continuo il discorso sulle forme dei miei precedenti articoli prima parte e seconda parte

L’anno 2007 segna l’inizio di nuovi contatti extragalattici con un Fratello Cosmico della Galassia di Andromeda. I suoi contenuti, insieme con quelli del mio caro Azhair, formarono un testo non proprio facile da intendere, ma interessante. Le forme usufruibili aumentavano, estendendosi all’essere vivente non solo umano, ma nel suo significato più ampio. La vita avvolge un numero incalcolabile di anime, che sfruttano l’occasione di crescere sulla Terra, assumendo caratteristiche fisiche diverse secondo le loro esigenze evolutive. Tutte queste creature hanno la stessa origine genitrice che le accomuna e le unisce indissolubilmente. Non esistono preferenze agli occhi del Creatore! Siamo noi esseri “umani” che mettiamo le etichette, partendo da preconcetti e giudizi inadeguati. L’anima è il tessuto connettore tra lo spirito e la forma che l’avvolge. Le piante e gli animali, dal piccolo al grande, sono anime in cammino verso la loro meta evolutiva, diversi passaggi per incorporarsi in nuovi corpi più evoluti. A loro è dedicato il mio pensiero e le istruzioni per assisterli e garantire un’esistenza degna e utile alla loro esperienza su questo Pianeta. 

L’essere umano è sottoposto da anni a interazioni con energie modificatrici. 

Anno 2008/09 Kaermikaesian a Nadia: << Conoscere le basi della scienza della vita è oggi più che mai urgente per dare avvio a delle correzioni di valutazione soggettiva che potrebbero portare l’umanità a irrimediabili disastri naturali causati dall’incuria dell’ignoranza collettiva. Cercatevi dentro e scoprite le radici della vostra appartenenza e intuirete che la realtà soggettiva è solo un piccolo scorcio di un più vasto panorama su cui porre l’attenzione, per ampliare conoscenze pronte all’uso per chi saprà leggere e comprendere secondo evoluzione. L’evoluzione della coscienza è il punto focale dell’esistenza e la porta che si apre alla conoscenza vera degli universi e delle loro leggi armoniche creative. Meditate! >>

Lo stress è deleterio come l’ansia e le ossessioni. 

Kaermikaesian a Nadia: << Questa forma rappresenta la proiezione delle particelle atomiche nel piano della permanenza fisica di rigenerazione atomica, aiuta ad allentare le tensioni nervose. Nella pratica va disegnato in nero su carta bianca e si usa nei casi di forte tensione nei quali si ha bisogno di rilassare la mente e la psiche. È un pronto soccorso immediato per la psiche: visualizzare e poi chiudere gli occhi, ripetiamo. Aprire e chiudere gli occhi fino a raggiungere il rilassamento. Va a monitorare le particelle atomiche del cervello che sono come scariche elettriche. Nel fissarlo lo impregniamo di Luce della Fonte Creatrice. >>

forme

Kaermikaesian a Nadia: << La geometria che segue ha la forma di un alveare. Aiuta nel processo evolutivo delle creature di bassa evoluzione, come le anime del mondo animale. Il simbolo è anche curativo, ha la potenzialità di mettere in equilibrio i campi energetici degli animali, per quelli che sono malati. Si mette vicino agli animali, nella loro cuccia o dove riposano. Ogni 2 giorni si fa un altro disegno che sostituisce l’anteriore che va bruciato perché ha assorbito le negatività dell’animale malato, se l’animale è lontano, si visualizza il simbolo e si proietta. >>

forme
forme

Kaermikaesian a Nadia: << La prossima forma è definita “Anello di Venere”, è una delle forme con la quale si genera energia all’interno delle cellule malate, è un rivitalizzante dei corpi sottili dei vegetali. Anello di Venere, prende le influenze di questo Pianeta che lo ricarica. È un simbolo molto positivo, aiuta la percezione del mondo vegetale. Affina la sensibilità verso il mondo vegetale e aiuta ad armonizzarti con le onde che percepiscono le piante. Utile per i giardinieri, fiorai, persone che amano e stanno a contatto con i vegetali. Questo simbolo deve essere tenuto nella mano avvicinandoci alla pianta per rinforzarla. Il disegno va rivolto verso la pianta. >>

Kaermikaesian a Nadia: << La forma seguente non si disegna su carta, si incide su un metallo o sul legno. Esso mantiene l’onda magnetica in equilibrio espansivo e permette la continuità di un campo magnetico in asse con le correnti cosmiche in movimento presente. È anche un adattatore di variazioni, adegua le frequenze. Mantiene e attrae energie del campo magnetico terrestre. Serve alla natura per fertilizzare la terra. È un buon catalizzatore delle energie del Cosmo. Va posto nel luogo in cui si vuole attrarre le sostanze per fertilizzare. Serve per le piante e può essere appeso negli ambienti. >>

pastedGraphic_1.png

Nota della Redazione: Il contenuto di questo articolo è frutto degli studi e delle esperienze dell’Autore, non è quindi idea e pensiero o frutto della FUI, la quale garantisce la libertà di espressione, ma che quando si esprime ufficialmente, lo fa tramite i membri del CDA o come FUI.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

shares

Ti piace il nostro sito?