Avvistamento OVNI sopra la diga di Alpe Gera

RSS
Facebook
Google+
http://www.federazioneufologicaitaliana.org/660/
LinkedIn
Twitter
YouTube
Follow by Email

OVNI sopra la diga di Alpe GeraUn caso davvero sorprendente,durante un sopralluogo del GRIA nelle zone delle dighe sopra Campomoro in Valmalenco, zona incantevole nonostante la grossa diga di Alpe Gera, che è una diga a gravità, in calcestruzzo, lunga 530 mt e alta 175, in cui vengono raccolte le acque provenienti dai ghiacciai di Fellaria, del Pizzo Scalino e dello Scerscen.
Detiene anche il primato come la diga in esercizio più alta d’Italia.
Erano circa le 18:30 del 14 Aprile quando appare dalle nuvole un oggetto volante muovendosi a velocità moderata, dopo aver compiuto un paio di spostamenti repentini scompare nuovamente tra le nuvole.
L’ovni (oggetto volante non identificato) appare metallico e di discrete dimensioni e non emetteva alcun rumore percepibile.
Nonostante il primo avvistamento sia durato poco meno di 2 minuti, dalla sequenza fotografica sono usciti questi due scatti che lo immortalano volteggiando nel cielo.
L’attenzione verso il cielo dopo questo primo avvistamento sale, ed in effetti meno di 30′ dopo eccolo apparire nuovamente, anche se non possiamo essere sicuri che si tratti dello stesso oggetto o si tratti di un secondo velivolo.
L’ovni sbuca dalle nuvole scende virando vesro sinistra per infilarsi nuovamente nelle nuvole più basse, ancora una volta nessun rumore percepibile,la sua velocità rimane moderata, tanto che l’ovni entra ed esce in più occasioni dalle nuvole, ma solo in un occasione è stato catturato dalla fotocamera con i due scatti che seguono.
L’ovni nella fotografia quì sopra, viene fotografato quasi a 90° ed avendo impostato un pò di zoom lo scatto risulta limpido, lasciando distinguere alcuni particolari molto interessanti, tra cui tre semisfere poste a triangolo che ricordano molto il tipo di propulsione dei dischi volanti di  George Adamski, anche le otto sfere di colore giallo, rappresentano un qualcosa di molto particolare, tra le ipotesi vagliate vi è quella che si possano scollegare e volare autonomamente, tipo i droni.
Nel suo genere, questa rappresenta a detta del GRIA, una tra le prove più evidenti della presenza di intelligenze extraterrestri sul nostro pianeta.
L’ultima fase dell’avvistamento si conclude pochi minuti dopo, lasciando una serie di scatti a completare questa fantastica esperienza.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Ti piace il nostro sito?